LE VOCI DEL VERBO STUPRARE

Nessuno avrà voglia di leggere un articolo che porta un titolo così disgraziato. Eppure tutti dovrebbero concentrarsi su ciò che è scomodo, quantomeno per prenderne coscienza, per informare ed ammonire.
I dibattimenti in tribunale, le denunce ed i relativi esiti seguono un percorso fatto di distinzioni sottili, scremature paradossali e valutazioni che vetrificano il rombo incessante della violenza. Ma per la vittima, sia essa una persona o un animale, questo rumore non cessa.
C’è una voce, anzi, ce ne sono due: stupratore e stuprato. La voce che manca all’appello è quella di chi denuncia. La latitanza umana e civile è una colpa immane.

(B. Bacca)

Advertisements

One response to “LE VOCI DEL VERBO STUPRARE

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: