Articoli in Italiano

Un uomo di 64 anni, Armand Pacher, è stato arrestato a Miami per abuso aggravato d’animale. L’anziano è accusato di fare sesso con il proprio cane. L’inchiesta è partita dopo che l’uomo, parlando con l’assistente del suo veterinario, ha confidato: “Non si diverte più quando facciamo sesso”. Le analisi sull’animale hanno trovato tracce di attività sessuale, confermando le frasi di Pacher. Il 64enne rischia cinque anni di carcere.

All’inizio quella frase poteva sembrare una battuta, come ha poi tentato di confermare l’accusato. In realtà il racconto era tutto vero. Pacher, ex dirigente di un’assicurazione, si era lamentato perché il cane, un alano che porta il nome della modella nota negli anni ’80 Christie Brinkley, “non si divertiva quando facevano sesso”. “Forse succede perché negli ultimi giorni mi manca l’energia”, avrebbe insistito.

L’assistente del veterinario, insospettito dalle frasi dell’anziano, ha visitato il cane e il responso ha confermato le affermazioni scioccanti. Inizialmente Pacher ha cercato di difendersi confermando che si trattava solo di una battuta, ma davanti alle prove mediche non ha potuto dire nulla.

* Fonte Tgcom


Armand Pacher

FONTE: http://notizieincredibili.scuolazoo.com/incredibile/usa-fa-sesso-con-cane-arrestato

————————————————————————————————————————————-

Scozia: stupra un agnello, poi trovato morto. Si cerca ragazzo sui 20 anni

Scritto da:  – martedì 25 gennaio 2011
Scozia: stupra un agnello, poi trovato morto. Si cerca ragazzo sui 20 anni62

Ci siamo occupati spesso di sesso con gli animali, pratica illegale in molti Paesi eppure più frequente di quanto si possa pensare, viste le varie condanne e denunce degli ultimi anni.

L’ultimo caso è emerso ad Edimburgo, in Scozia, dove un ragazzo di circa 20 anni è stato sorpreso a violentare un agnello.

E’ accaduto la notte scorsa, in un campo a pochi passi dalla Silverknowes Road. Un passante ha notato la scena ed ha allertato i soccorsi che, al loro arrivo, non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’animale.

Gli agenti giunti sul posto erano disgustati. L’agnello era molto giovane e i segni di violenza sessuale erano piuttosto evidenti. Sarà l’autopsia a stabilire se il decesso dell’animale sia collegato alla violenza o se, ipotesi meno probabile, l’angello era già morto prima dell’aggressione.

Il giovane, di circa 20 anni, è riuscito a fuggire prima dell’arrivo delle autorità, ora intenzionate a fare di tutto pur di ritrovarlo.

In queste ore stanno passando di casa in casa alla ricerca di possibili testimoni oculari o di qualcuno che conosca il giovane, forse non nuovo a questo tipo di pratiche.

Il motivo di tanto affanno nel rintracciare ed arrestare questo ragazzo è ben spiegato da uno psichiatra che lavora per le autorità locali:

Chi mette in atto pratiche del genere è più propenso a commettere atti ancor più deviati. Questo potrebbe il primo passo di un serial killer. Questa persona va fermata ed interrogata prima che possa tornare a colpire di nuovo.


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: